Sumit DagarTecnologia per tutti

Data di pubblicazione: 2012clockTempo di lettura: 45s
scroll-down

Milioni di non vedenti in India sono esclusi dalla rivoluzione degli smartphone, ma il designer Sumit Dagar vuole permettere anche a loro di accedere alla tecnologia.

ubicazioneIndia

Sumit Dagar si è servito delle sue competenze tecnologiche, della sua inventiva e della sua passione per il design per aiutare i suoi compatrioti, e in particolare i non vedenti – che in India sono milioni – a migliorare le proprie vite e a godere dei vantaggi della rivoluzione tecnologica che stiamo vivendo. Il suo obiettivo a lungo termine è lo sviluppo di uno smartphone in braille alla portata di tutti. Lui e i suoi colleghi hanno costruito un prototipo, ma stanno cercando ulteriori finanziamenti per portare a termine il progetto.

Oggi la tecnologia riesce a darci i superpoteri, ma i non vedenti non possono sfruttare i nuovi dispositivi e la tecnologia sta accentuando il loro handicap. Così ho deciso di fare qualcosa per loro.

Nel frattempo, Sumit ha lanciato un’applicazione scaricabile per i non vedenti, SimplEye, che permette ai possessori di uno smartphone di toccare lo schermo o fare swipe, imitando la lettura del braille. L’app fornisce anche un feedback audio, leggendo le parole create dai gesti. Nel 2015, 500 utenti avevano beneficiato direttamente del lancio dell’app in India e ora Dagar sta cercando di proporre il progetto su scala internazionale, oltre a continuare a sviluppare una tastiera per smartphone per non vedenti e a raccogliere fondi per altri prodotti, come un lettore di eBook per non vedenti.

  • 285 milioni

    Persone nel mondo che, secondo la World Health Organization, hanno una disabilità visiva: 39 milioni sono non vedenti e 246 milioni ipovedenti

Il programma

Rolex Awards for Enterprise

Scopri

Condividi questa pagina