Talal AkashehPreservare l’antica bellezza di Petra

Data di pubblicazione: 2008clockTempo di lettura: 45s
scroll-down

Talal Akasheh ha dedicato la maggior parte della sua vita alla conservazione del sito di Petra, in Giordania, Patrimonio mondiale dell’umanità, dai danni causati dall’erosione, dal tempo e dal turismo di massa.

ubicazioneGiordania

Fra le varie leggendarie città perdute del mondo, Petra brilla come espressione massima delle conquiste dell’uomo. Un capolavoro che rischia di essere lentamente distrutto dal tempo, dalla disgregazione chimica e da altre forze umane e naturali che stanno deteriorando questa antica meraviglia e i suoi numerosi monumenti in pietra arenaria.

È nostro dovere mantenere i legami con il nostro passato e comprenderlo al meglio al fine di salvaguardare il nostro futuro.

Per combattere il processo di degrado, l’ex professore di chimica Talal Akasheh sta approntando un sistema che promuoverà la conservazione della città con l’intento di prolungarne l’esistenza. Questo sistema di informazioni geografiche fornisce ai gestori del parco archeologico le conoscenze essenziali necessarie alla cura e al restauro del sito, mettendo la scienza e la tecnologia al servizio del turismo sostenibile. Nel 2014, Akasheh ha reso noto che la sua banca dati conteneva quasi 3.000 dati archeologici e, nel 2015, assieme ai colleghi, ha portato a termine un piano di conservazione per l’intero sito di Petra, che spera di pubblicare come libro. Nell’ambito di un progetto per l’UNESCO, Akasheh ha lavorato per tre anni al monitoraggio della stabilità delle rocce nella gola del Siq, l’ingresso principale dell’antica città, creando immagini tridimensionali delle rocce.

  • 2.500

    Età, in anni, di Petra

  • 2.800

    Dati archeologici catalogati nella banca dati di Akasheh nel 2014

Il programma

Rolex Awards for Enterprise

Scopri

Condividi questa pagina