Shekar DattatriLa natura vista attraverso l’occhio della telecamera

Data di pubblicazione: 2004clockTempo di lettura: 45s
scroll-down

La flora e la fauna indiana soffrono le conseguenze della forte crescita economica, così Shekar Dattatri continua a lavorare sulla necessità impellente di preservare ciò che resta del patrimonio naturale del paese. I temi trattati sono vari: dalle tigri alle zone costiere che stanno scomparendo.

ubicazioneIndia

Il suo paese è salito alla ribalta mondiale grazie al suo rapido sviluppo economico. Tuttavia, il regista di documentari naturalistici Shekar Dattatri crede che questo successo dilagante stia mettendo seriamente a repentaglio il patrimonio naturale indiano.

Per diventare un regista di documentari naturalistici occorre avere una passione genuina per la natura, forza d’animo, la capacità di approfondire un tema e la pazienza di realizzare un film che trasmetta chiaramente l’essenza di un problema.

Negli ultimi trent’anni Dattatri ha contribuito alla realizzazione di oltre 30 documentari sulla natura e sulla sua conservazione, come cineoperatore, scrittore e regista. Il Premio Rolex, ricevuto nel 2004, ha dato un impulso benefico alle sue opere eloquenti. Durante questo periodo, infatti, ha approfondito ulteriormente la sua idea di conservazione, giungendo alla conclusione che molto spesso un documentario può risultare molto più efficace se visionato da un gruppo ristretto di persone influenti, piuttosto che dal grande pubblico.

Uno dei suoi documentari più importanti, The Truth About Tigers (La verità sulle tigri), realizzato nel 2010 e della durata complessiva di 40 minuti, introduce al mondo delle tigri e alla loro preservazione, mostrando l’impatto delle attività umane sulla loro conservazione e cosa si può fare per correre ai ripari.

Uno dei suoi film più recenti affronta il tema delle migliaia di indiani che vivono in foreste protette e del degrado che essi causano involontariamente agli habitat naturali. Contrariamente alle credenze popolari, Dattatri sostiene che una delocalizzazione ben organizzata e consensuale potrà apportare ampi benefici a queste comunità abbandonate, lasciando più spazio alla natura. Dattatri scrive anche testi sulla natura, sulla conservazione e sulla realizzazione di film.

  • 2.200

    Tigri rimaste in India, secondo le stime del governo

  • 450

    Famiglie trasferite con successo dalla Riserva di tigri di Bhadra nel sud‑est dell’India, come segnalato dal recente film di Dattatri

Il programma

Rolex Awards for Enterprise

Scopri

Condividi questa pagina