Jacques Luc AutranLa nave della speranza

Data di pubblicazione: 1987clockTempo di lettura: 40s
scroll-down

L’ingegnere e marinaio francese Jacques Luc Autran è salpato per una serie di viaggi con l’obiettivo di fornire supporto medico, assistenza tecnica e beni alimentari alle comunità isolate degli arcipelaghi.

ubicazioneMaldive

Nei suoi lunghi anni trascorsi a navigare nell’Oceano Indiano, Autran ha assistito in prima persona alle durissime condizioni di vita delle comunità isolate nel mare, in cui molte persone vivono situazioni sanitarie disastrose. Queste prime esperienze lo hanno spinto a consacrare il suo impegno e la sua energia a migliorare la vita del suo prossimo. Ha fondato l’associazione senza scopo di lucro Marins sans Frontières (Marinai senza Frontiere) per offrire un’assistenza sanitaria di base agli abitanti dei grandi arcipelaghi dell’Oceano Indiano.

Al di là delle spiagge bordate di palme e dei paesaggi tropicali da cartolina, 1.200 isole sono abitate da persone che meritano condizioni di vita migliori.

La sua prima spedizione sul Listaos, un peschereccio recuperato e attrezzato, è stata una campagna sanitaria e di vaccinazione alle Maldive, dove spesso gli abitanti devono viaggiare fino a cinque giorni in barca solo per vedere un medico. Autran si è poi dedicato a progetti analoghi a Haiti, in Madagascar e in Mozambico, dove ha svolto una delle sue operazioni più lunghe e impegnative.

Negli ultimi anni, il suo lavoro è proseguito in paesi come il Benin, la Cambogia e il Senegal, mentre l’associazione continua a costruire barche per portare avanti i suoi interventi umanitari e fornire assistenza sanitaria, farmaci, vaccini e cibo a chi ne ha più bisogno.

Il programma

Rolex Awards for Enterprise

Scopri

Condividi questa pagina