ALLA SCOPERTA DEI SEGRETI DELL’UNIVERSO

clockTempo di lettura: 1m10s
scroll-down

L’obiettivo comune dell’eccellenza ha creato un legame tra Rolex e il laboratorio europeo di fisica nucleare CERN sin dalla fine degli anni ’50.

In una tranquilla periferia di Ginevra, il CERN studia gli elementi fondamentali che costituiscono l’universo utilizzando rilevatori e acceleratori di particelle; tra questi, il Large Hadron Collider, costruito all’interno di un tunnel sotterraneo di 27 chilometri, è il più grande acceleratore al mondo.

Fondato nel periodo del dopoguerra per sostenere la causa della pace, il CERN è diventato un centro scientifico di fama mondiale in cui collaborano 22 Stati membri. Il World Wide Web è stato inventato qui ed è sempre al CERN che, nel 2012, è stata annunciata l’acclamata scoperta di una nuova particella.

Negli anni ’50, i tecnici e gli ingegneri si resero conto che le onde elettromagnetiche interferivano con il funzionamento dei loro orologi meccanici. Per risolvere il problema, Rolex creò nel 1956 l’orologio Milgauss, progettato per resistere a potenti interferenze fino a 1.000 gauss, come suggerito dal nome del modello.

Rolex chiese agli scienziati del CERN di sottoporre il Milgauss a forti interferenze magnetiche. I risultati dei test effettuati confermarono la resistenza ai campi magnetici dell’orologio, che assicura la protezione del movimento grazie a uno schermo magnetico brevettato.

Oggi, più di 60 anni dopo, Rolex continua a collaborare con il CERN promuovendo conferenze scientifiche ed eventi divulgativi. Tra le diverse iniziative, Rolex sponsorizza anche la mostra permanente Universo di Particelle, allestita presso il Globo della Scienza e dell’Innovazione, emblematico spazio espositivo del CERN.

Rolex e il CERN sono uniti da un profondo legame e dalla passione per la scienza, la dedizione al rigore e la ricerca dell’eccellenza.

Tramandare la conoscenza

Scienza

Scopri

Condividi questa pagina