George van DriemI tesori nascosti dell’Himalaya

Data di pubblicazione: 1996clockTempo di lettura: 40s
scroll-down

Da oltre 30 anni, George van Driem compie ricerche sull’Himalaya con l’intento di salvare dall’estinzione le lingue indigene locali.

ubicazioneNepal

Ogni anno il linguista George van Driem trascorre vari mesi camminando lungo le valli dei fiumi himalayani per redigere grammatiche delle lingue indigene in via di estinzione. Con il passare del tempo, il suo progetto è arrivato a includere anche altre discipline, fra cui la genetica e l’archeologia, per cercare di redigere una mappa della storia linguistica e migratoria di una delle zone più complesse del mondo.

La grammatica scritta conferisce prestigio a una lingua minoritaria e ne rende possibile l’insegnamento.

Per documentare queste ricchezze linguistiche, George van Driem e i colleghi ricercatori hanno redatto oltre 20 libri di grammatica, sui quali il linguista olandese continua poi a lavorare assieme ai suoi studenti a Berna, capitale della Svizzera. Van Driem, che ogni anno trascorre fino a cinque mesi sull’Himalaya immergendosi appieno nella vita degli abitanti dei villaggi che studia, ha lanciato di recente la Bern Summer School of Descriptive Linguistics (Scuola estiva di linguistica descrittiva di Berna).

Nel 2015 la maggior parte del territorio del Nepal, fulcro della sua ricerca, è stata colpita da un violento terremoto, che ha causato la morte di oltre 9.000 persone. Van Driem e i suoi studenti hanno raccolto fondi a favore delle persone rimaste senza casa e che hanno perso i loro cari.

  • 3.600

    Lunghezza in chilometri della catena dell’Himalaya

  • Più di 300

    Lingue indigene dell’Himalaya

Il programma

Rolex Awards for Enterprise

Scopri

Condividi questa pagina