Laury Cullen Jr.La rinascita di una foresta verde smeraldo

Data di pubblicazione: 2004icon-clockTempo di lettura: 0min 55s
icon-scroll-down

La lenta e inesorabile scomparsa della foresta atlantica del Brasile è stata arginata grazie a Laury Cullen Jr., che ne sta preservando lo straordinario ambiente naturale, coinvolgendo attivamente gli agricoltori locali nella sua conservazione.

ubicazioneBrasile

In passato la Mata Atlântica occupava una superficie pari a 1,2 milioni di km²: circa il 12% del Brasile. Quando 26 anni fa Laury Cullen Jr. si è trasferito a Pontal do Paranapanema, nello stato di San Paolo, nove decimi della gloriosa foresta atlantica erano già scomparsi. L’abbattimento della foresta per ricavare legname e costruire fattorie ha causato danni ingenti alla flora e alla fauna locali.

Siamo estremamente orgogliosi di constatare che i nostri interventi sul terreno hanno di fatto modificato il paesaggio e contribuito ad aumentare l’estensione della foresta pluviale atlantica.

Lavorando a stretto contatto con piccoli proprietari terrieri, l’ingegnere forestale brasiliano sta dimostrando che i sistemi agroforestali possono far rivivere il terreno degradato, salvando la foresta e la fauna, fra cui specie a rischio come il leontocebo dalla groppa rossa, il giaguaro, il tapiro e l’ocelot. La sua organizzazione, l’Instituto de Pesquisas Ecológicas, ha attuato un progetto di riforestazione che prevede una media di 100 ettari all’anno, ovvero oltre un milione di alberi piantati.

Nel 2011 è stato completato il più grande corridoio ecologico di riforestazione in Brasile, un collegamento verde di 700 ettari che unisce le due parti principali di foresta rimanente, mentre Cullen continua la sua opera di espansione. I nuovi corridoi ecologici, che uniscono diversi frammenti di foresta ricchi di specie animali e vegetali, vengono curati da centinaia di famiglie locali, che ottengono molti più benefici dall’unione di alberi, fauna selvatica e campi piuttosto che dalla sola agricoltura. Si stima che i guadagni siano aumentati del 18%.

L’approccio di Cullen, che associa il ripristino del paesaggio originario a nuove fonti di reddito per gli agricoltori, è diventato uno dei modelli di riferimento più quotati nel settore della conservazione basata sull’aiuto delle comunità locali, un esempio per le civiltà moderne che vivono in armonia con il mondo naturale.

  • 65.000

    Tonnellate di anidride carbonica che i 700 ettari della nuova foresta saranno in grado di assorbire quando gli alberi saranno cresciuti

  • Più di 300

    Famiglie il cui tenore di vita è nettamente migliorato grazie ai corridoi ecologici integrati alle isole forestali

  • 5%

    Incremento annuale del numero di agricoltori coinvolti nel progetto

Il programma

Rolex Awards for Enterprise

Per saperne di più