Laurent PordiéUn ruolo vitale per l’antica medicina

Data di pubblicazione: 2000clockTempo di lettura: 45s
scroll-down

Nella remota regione di Ladakh, la scomparsa della medicina erboristica tibetana è stata scongiurata grazie anche all’intervento dell’etnofarmacologo francese Laurent Pordié.

ubicazioneLadakh

Alla fine degli anni ’90, le comunità del Ladakh si stavano frammentando e la mobilità sociale era in aumento. Di conseguenza, il sistema medico amchi della medicina tibetana era a rischio di scomparsa. Ma per almeno la metà dei 250.000 abitanti di questa remota regione, rappresenta l’unica assistenza sanitaria disponibile.

Le cure amchi devono sopravvivere in virtù del loro ruolo vitale nella vita dei villaggi.

Pordié ha utilizzato i fondi del Premio Rolex per istituire una scuola di formazione locale per medici amchi che ha condotto al riconoscimento da parte del governo della medicina tibetana (basata sulla cosmologia buddhista e influenzata dalle tradizioni mediche olistiche dell’Asia).

Per ottenere la qualifica, ogni amchi deve completare un’istruzione quadriennale e un anno di pratica professionale. Pordié e i suoi colleghi dell’agenzia di ricerca e sviluppo Nomad RSI hanno istituito dispensari medici e centri sanitari, oltre ad organizzare seminari e workshop di formazione. La regione di Ladakh dispone ora di 15 dispensari medici gestiti da ex studenti.

Oggi Pordié vive in Francia, dove è Ricercatore Senior presso il Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica (CNRS). Nel 2012 ha fondato la rete internazionale PharmAsia per studiare l’erboristeria industriale.

  • 22

    Medici amchi hanno ricevuto adeguata formazione

  • 75%

    La percentuale di popolazione della regione di Ladakh che ha accesso alle cure amchi

Il programma

Rolex Awards for Enterprise

Scopri

Condividi questa pagina