Erika CuéllarLa guardiana del Gran Chaco sudamericano

Data di pubblicazione: 2012clockTempo di lettura: 0min 55s
scroll-down

Il Gran Chaco è uno degli ultimi ambienti veramente selvaggi del Sud America ma il suo ecosistema si sta deteriorando. La biologa della conservazione Erika Cuéllar sta formando persone del posto per proteggerne la straordinaria biodiversità.

ubicazioneBolivia, Argentina e Paraguay

Una volta il guanaco, dal manto marrone-grigiastro, antenato selvatico del lama, prosperava nelle praterie riarse del sud della Bolivia. Poi sono arrivati gli uomini, che hanno tagliato gli alberi, costruito recinti e iniziato a cacciare questi graziosi animali per la loro carne.

È la conservazione dell’intero Gran Chaco che mi spinge ad agire. Il destino del guanaco fa presagire quello di molte altre specie più piccole e meno note.

Il numero dei guanachi è calato drasticamente. Nel Gran Chaco, una vasta zona semiarida che si estende nel territorio di diversi stati, rimangono solo tre insediamenti di questa specie, per un totale di circa 200 esemplari, in Bolivia, Paraguay e Argentina.

Erika Cuéllar ha iniziato a formare 17 indigeni boliviani come “parabiologi”, insegnando loro metodi di salvaguardia della natura. Gli uomini hanno iniziato a documentare le condizioni critiche del guanaco e a sostenere un uso più responsabile della terra. Cuéllar sta responsabilizzando le persone che vivono più vicine a questa zona affinché la proteggano.

Il suo lavoro rappresenta un barlume di speranza in mezzo al degrado dell’ecosistema del Chaco. Attualmente Cuéllar sta estendendo il suo programma di formazione di parabiologi anche all’Argentina e al Paraguay, in collaborazione con i biologi della conservazione locali, e sta incoraggiando i tre governi nazionali a collaborare fra loro.

Cuéllar è stata scelta dal National Geographic come una dei 17 Esploratori emergenti del 2013 ed è stata eletta Personalità dell’Anno 2013 dalla stampa boliviana per le sue conquiste sociali. Ha anche deciso di esportare la figura del parabiologo in Oman, dove gli ambienti aridi sono altrettanto trascurati e dove le persone del posto possono essere ampiamente coinvolte nei processi di conservazione.

  • 1 milione di km²

    Area di estensione del Gran Chaco

  • 4 milioni

    Persone che vivono nel Gran Chaco

  • 90%

    Percentuale di savana andata perduta negli ultimi 40 anni

Il programma

Rolex Awards for Enterprise

Scopri