Sonam WangchukTorri di ghiaccio nel deserto

Data di pubblicazione: 2016clockTempo di lettura: 50s
scroll-down

Sonam Wangchuk aiuta gli agricoltori dell’arido altopiano himalayano del Ladakh a fronteggiare le carenze d’acqua convogliando le acque di fusione per costruire ghiacciai artificiali.

ubicazioneLadakh

In primavera, gli agricoltori che vivono a 3.500 metri di altitudine sulle montagne trans-himalayane del Ladakh devono affrontare gravi carenze idriche. L’ingegnere ladakhi Sonam Wangchuk ha trovato una soluzione ingegnosa: congelare le acque di fusione dei ghiacciai in montagnole coniche simili agli stupa tibetani della tradizione religiosa. Questi stupa di ghiaccio, come mini-ghiacciai, rilasciano lentamente acqua irrigua durante la stagione vegetativa.

I finanziamenti del Rolex Award andranno a sostenere il progetto e promuoveranno gli stupa di ghiaccio come tecnica di adattamento ai cambiamenti climatici e di rinverdimento delle zone desertiche.

Il progetto di Wangchuk si ispira al lavoro sperimentale di Chewang Norphel, un collega ingegnere ladakhi, che aveva creato dei ghiacciai artificiali di forma piatta. Wangchuk ha osservato però che una struttura efficace deve avere una superficie il più possibile ridotta per proteggere il ghiaccio dal sole, soprattutto ad altitudini più basse. Grazie alla loro forma conica, gli stupa di ghiaccio si sciolgono infatti più lentamente rispetto ai ghiacciai piatti. Il prototipo del 2015, risultato di una campagna di crowdfunding che ha permesso di realizzare una condotta di 2,3 km per trasportare l’acqua dai ghiacciai al deserto dove sorge il villaggio, è durato fino a inizio luglio e ha fornito 1,5 milioni di litri d’acqua ai 5.000 alberelli piantati dalla popolazione locale.

Grazie ai fondi del Premio Rolex, l’ingegnere ladakhi intende realizzare fino a 20 stupa di ghiaccio, ognuno dell’altezza di 30 metri, e avviare un programma di rimboschimento nel deserto vicino alla sua scuola, una volta che sarà stato consolidato il nuovo sistema di approvvigionamento idrico.

Wangchuk crede che istruzione e difesa dell’ambiente vadano di pari passo. Oltre al suo impegno a favore dei giovani nell’ambito di SECMOL, il movimento degli studenti del Ladakh per l’istruzione e la cultura, insieme alla SECMOL Alternative School Wangchuk ha iniziato a lavorare alla costruzione di un’università alternativa nella stessa area. Il suo obiettivo è coinvolgere i giovani dell’Himalaya, e non solo, nella ricerca di soluzioni ecologiche per le aree montane.

  • 20 stupa di ghiaccio

    che Wangchuk intende creare, ognuno dei quali fornirà 10 milioni di litri d’acqua

Il programma

Rolex Awards for Enterprise

Scopri

Condividi questa pagina