Antonio De VivoUn mosaico di bellezze sotterranee

Data di pubblicazione: 1993icon-clockTempo di lettura: 0min 56s
icon-scroll-down

Lo speleologo italiano Antonio De Vivo, un uomo per cui l’avventura è parte essenziale della vita, da anni esplora il canyon isolato del Rio La Venta in Messico, dove ha effettuato scoperte straordinarie sulle civiltà precolombiane.

ubicazioneMessico

Lo stato del Chiapas, situato nel sud del Messico, è caratterizzato da eccezionali meraviglie naturali. Qui si trovano la foresta pluviale di Selva El Ocote e il mosaico di fiumi e grotte sotterranee del canyon del Rio La Venta che hanno attirato l’attenzione dello speleologo Antonio De Vivo.

Non possiamo più aspettarci di scoprire nuove terre; piuttosto, dobbiamo effettuare studi approfonditi nelle parti meno conosciute del mondo, aree così remote che sono state attraversate l’ultima volta dai nostri antenati.

Da oltre vent’anni, il suo team multidisciplinare di ricercatori a La Venta lavora per svelare i segreti a lungo sepolti in questa regione splendida e remota, esaminandone gli aspetti speleologici, idrologici e archeologici, nonché zoologici, botanici e medici.

Fra le scoperte più sensazionali, la Cueva de La Venta, un enorme traforo idrogeologico, e i resti archeologici di El Castillo: scoperte stupefacenti che hanno permesso agli studiosi di confermare che il canyon era un’antica via di transito commerciale, una sorta di “Via della Seta” della Mesoamerica precolombiana.

Dopo aver vinto un Premio Rolex nel 1993, De Vivo ha partecipato a oltre 40 spedizioni e progetti di ricerca in tutto il mondo, a beneficio della comunità scientifica e delle popolazioni indigene locali. In seguito alle sue ricerche nelle cavità sotterranee e ai suoi studi idrologici del canyon del Rio La Venta, i confini dell’area protetta si sono ampliati. Le missioni continuano: fra queste, nel 2013, l’esplorazione delle grotte di quarzite nei tepui venezuelani con Francesco Sauro, Giovane Vincitore nel 2014.

  • 20

    Ore impiegate per superare la Cueva de La Venta, dalla dolina alla risorgiva

  • 400 m

    Profondità della Cueva de La Venta

  • 800-900 d.C.

    Periodo di datazione di El Castillo, probabile avamposto militare e commerciale

Vedi tutti i progetti

Il programma

Rolex Awards for Enterprise

Per saperne di più