Cerca su rolex.org

Luiz Rocha

Vincitore Rolex Awards 2021

Esplorare e proteggere le barriere coralline di acque profonde dell’Oceano Indiano

Nelle Maldive, cento e più metri sotto la superficie dell’oceano, c’è una zona crepuscolare con splendidi coralli e una fauna sorprendente ancora tutta da scoprire. Un rinomato ittiologo, Luiz Rocha, ha in programma una spedizione pionieristica per campionare queste barriere coralline, descriverne le nuove specie e attivarsi per salvaguardarle.

Il mare ha alimentato l’immaginazione di Rocha fin da quando era bambino e viveva sulla costa del Brasile, tanto che alla fine ha deciso di imparare le tecniche di immersione avanzate necessarie per raggiungere i 150 metri di profondità. In questo reame crepuscolare sbocciano forme di vita sconosciute, fra cui grandi foreste di coralli che forniscono riparo e cibo a una varietà di pesci e altre creature marine mai viste.

Proprio per cercare queste barriere coralline di acque profonde, dette mesofotiche, oggi Rocha sta organizzando una spedizione pionieristica volta a esplorare gli strati inferiori degli atolli che comprendono le Maldive, nell’Oceano Indiano, una catena di isole spesso considerate uno degli ultimi avamposti coralliferi sulla Terra. Delle barriere coralline mesofotiche sparse per il mondo non si sa molto, e si sa ancor meno di quelle che sorgono oltre i 60 metri di profondità nell’Oceano Indiano: Rocha penetrerà in un ambiente mai visto da occhi umani.

Voglio proteggerle [le barriere coralline] perché sono esseri unici, sono il prodotto di un processo evolutivo durato milioni e milioni di anni. Per me sono come una forma d’arte.

Luiz Rocha

Come in tutte le moderne esplorazioni, immergersi nella zona crepuscolare è rischioso, impegnativo tanto dal punto di vista tecnico quanto da quello fisico, e richiede una buona dose di disciplina, determinazione e competenza. Tutte doti che lo scienziato ha coltivato trascorrendo oltre 6.000 ore sott’acqua nel corso di più di 70 spedizioni scientifiche in tutto il mondo, la metà delle quali guidate da lui.

In tutto il mondo le barriere coralline di acque basse stanno morendo a causa del cambiamento climatico. Poiché l’economia delle Maldive dipende in larga misura dal turismo e dalla pesca, il governo locale è ansioso di imparare a proteggere questa preziosa risorsa nazionale e di scoprire se le barriere di profondità possono contribuire alla sopravvivenza dei coralli di acque basse e della fauna che ospitano.

“Poiché non le conosciamo affatto, la maggior parte delle barriere coralline di profondità non sono tutelate, nemmeno in luoghi come le Maldive, perché il governo in molti casi non sa nemmeno dove si trovano”, afferma Rocha. Il suo primo compito sarà quello di immergersi negli oscuri abissi oceanici, mapparli e scoprire cosa custodiscono di preciso. Sulla base delle spedizioni precedenti, si aspetta di scoprire un’abbondante varietà di nuove specie ittiche e organismi marini e di raccogliere informazioni utili a comprendere meglio la vita sulla Terra.

“Voglio proteggerle perché sono esseri unici, sono il prodotto di un processo evolutivo durato milioni e milioni di anni. Per me sono come una forma d’arte”. Le barriere coralline di acque profonde potrebbero contenere componenti chimici innovativi per la medicina, oltre a essere un’importante fonte di cibo per le popolazioni isolane. Rappresentano inoltre un punto di riferimento per monitorare la salute degli oceani di fronte al crescente impatto degli esseri umani. Le scoperte di Rocha contribuiranno alla progettazione di aree marine protette in tutto il mondo.

Rolex Awards for Enterprise

Un omaggio ai Vincitori del 2021

Per saperne di più